domenica 2 novembre 2014

2.11.2014

Il 2 novembre è arrivato in silenzio,
come se si vergognasse del suo rappresentare, quasi come si nascondesse al nostro ricordo....
Arriva sempre, tutti gli anni, silenzioso e dopo feste di allegria come il giorno dei Santi....beati loro e dopo l'americanata importata di Halloween!!!!!

Quest'anno non si doveva far nulla per la serata dei morti Halloween ed invece.... alla fine travestita che più travestita non potevo e via pigiata in mezzo ad un carnaio di gente che spingi e spingi fanno arrivare allegramente le 3:30 del mattino!!!
Il giorno dei Santi per me è giorno come gli altri...non ho nulla da festeggiare!!! manco il mio nome ha un santo, visto che è straniero e quindi....l'unica botta di vita della giornata è stato un giro in centro, con amico a sorpresa e cena davanti ad un binario on i vecchi amici del sushi, mangiato fino ad esplodere ma in fondo non fa ingrassare il pesce....il riso invece spinge!!!! Sigaretta e a nanna.

Ma oggi 2 novembre, un sole che a guardarlo acceca, brucia, anche se siamo in autunno..........
...ricordo che si entrava alla Certosa, per mano alla mamma e alla zia, forse c'era anche nonna e si visitavano tutti i parenti che si trovavano li, chi sotto terra, chi dentro un tombino a muro. Questo era una volta il mio 2 novembre. Odore di cipressi bagnati, sentire gli aghi e le foglie sotto le scarpe scricchiolare e quella nebbiolina che accompagna le classiche giornate nebbiose della pianura padana, che fanno tanto arredo montano. Si ceravano sempre per ore ed ore i soliti zii alla lontana, sconosciuti a me, ma vai quasi incontrati dalla mamma e la zia...personaggi di un'epoca che fu! E una volta trovati si passava la mano sui loro volti e via un segno di croce e bacino sulla mano...si cambiava il mazzo dell'anno precedente, visto che nessuno li visitava più da decenni, e si sistemavano i fiori freschi. Foto a forma di medaglione, ovale, stinte dal tempo e dalla malcuranza dei custodi, antichi personaggi dimenticati dal mondo, on dolci sorrisi o imbronciati perenni...questi erano i miei 2 novembre!

Ora ripenso a chi non vedo più da tanto tanto tempo....mio padre e mia nonna....non ho una loro foto con me in casa, le ho lasciate nel grande cassetto delle fotografie a casa da mia madre, non ho voluto o non ho ricordato di portarmi una qualche foto loro con me. Non mi mancano, ma li cerco a volte, non ricordo distintamente le loro risate, non sento la loro voce, non ricordo più distintamente neppure la loro fisionomia....
Mi ricordo le bracia cicciose della nonna a cui mi attacavo e stringevo come un' ossesso quando gli dimostravo il mio bene, quando ballavamo il liscio in casa, la scatola di vecchi biscotti che teneva nel mobile del tinello ricolma di caramelle e cioccolatini, i suoi lobi pendenti con i suoi orecchini preferiti di ingranate....
Ma di mio padre, non ricordo molto,......ricordo che a suola la maestra delle elementari ad un primo incontro con i genitori, pensò che fosse mio nonno vista l'età, ricordo che fumava le sigarette che non fanno più, ricordo che avevamo una Prinz verde abete e la teneva come un gioiello, ricordo che da mancino a furia di scappellotti mi fece imparare a scrivere con la mano destra, ricordo il suo dopobarba, la sua pelle liscia dopo essersi rasato, ricordo le estati in montagna mentre costruiva cose strane, anelli con i noccioli delle pesche, ricordo il suo cappello la coppola in pied e poul marroncino......ricordo uno degli ultimi giorni, una mattina andai all'ospedale per aiutarlo nella colazione della mattina e lui con cucchiaio in mano ebbe una contrazione involontaria del braccio con cui teneva il cucchiaio e la fece volare dall'altra parte del letto, sporcando le lenzuola, la tovaglietta e me, ricordo il suo sguardo incredulo di quella cosa che gli stava capitando, ricordo di aver visto la paura di morire negli occhi di mio padre.....
Ricordo me chiuso nel bagno dell'ospedale mentre lui se ne andava!

A ricordo dei miei cari: Averardo, Maria, e papà Elio

For you.

sabato 11 ottobre 2014

Oca morta, ovvero....

Quanti maschi io abbia visto con il mio lavoro...
neanche il buon Gesù lo ricorda più...ma cerco di mettervi sulla buona strada, intendo belli, si contano utilizzando le dita di due mani!

Quasi un annetto fa in azienda si presenta Oca morta!
dovrò rimare sul vago per non essere troppo diretto nel caso Oca dovesse un giorno leggere questo post, comunque...
Si cercava una figura professionale di rilievo per il ruolo a cui sarebbe stato destinato e SBAM arriva lui...in arrivo con il Frecciarossa da Roma, caput de sto cazzo, e si presenta in azienda!
Barba in viso e non solo nelle gambe e sulla lingua, testa rasata da buon nazi di merda, camicia scozzese e tanta curiosità da parte nostra di sapere chi fosse quel bel ragazzo dagli occhi verdi e dalle ciglia lunghizzime!
Ma ci arriva solamente all'orechio che viene dalla scuola di ZARA e....nient'altro!
Bene detto questo già dal primo momento solo da come si comportava, gesticolava, e parlava, si comprende pienamente di che "parrocchia" fa parte.... direi che è un pò parechio gay!
Oca col tempo, anzi, non diciamo cagate, viene subito accolto e ascoltato come fosse il guru della situazione, oro colato dalla sua bocca, miele stilla la sua voce, profonde perle di saggezza conia per noi pubblico ignorante e adorante....ma sotto sotto qualcosa mi puzzava, fin da quando è venuto a fare il colloquio il primo giorno!
Dopo qualche settimana che inizia a lavorare ha già trasformato il suo look, una 20ina di dilatatori per orecchio, in vari colori e diametri, come uno dei migliori idraulici di bologna, di cui io devo capire ancora la bellezza e l'utilità.
Il piercing al naso, una simpatica anellina che ciondola proprio sotto nel centro, fra le sue narici e terminante con una sferetta per ogni lato...davvero ingentilisce quel distinto e bravo ragazzo.....ma credici!
Veniamo a sapere che convive con il proprio ragazzo a roma e sono proprio tanto innamorati..al punto che, se tutto procede in azienda, farà trasferire anche il suo boy!
Ora invece il suo boy lo ha sbattuto fuori casa e lui vive a bologna e è tanto tanto dispiaciuto di questo fatto, che senza un uccello fra le chiappe a quanto pare per più di mezza giornata non riesce a stare.....(quanto son pettegola, quanto mi piace!!!!)

Poi tutto finisce nel dimenticatoio...o quasi!
Mi vengono riferite le sue prodezze, tipo che per il ruolo che gli è stato affidato, come allestire un punto vendita non è capace, non conosce le tecniche visual, non si presenta sul lavoro negli orari prestabiliti e tante altre piccole chicche.
Cammina tutto il giorno con cappellino con visiera, short in jeans, maglietta, Dottr Martiens e zainetto sulle spalle e camicia scozzese annodata in vita....e grandi sorrisi a tutti quelli che incontra...

L'essere Oca morta ha una serie di astuzie, come quella di raccontare a tutti in qualunque momento e ovunque, anche alla signora che fa le pulizie in azienda, che LUI è stanchissimo!!!
Tu magari il lunedì mattina, stai tranquillamente prendendo un caffè al distributore e lui arriva e comincia a partarti della sua stanchezza...ha lavorato tutta la settimana, ma tutta eh! anche ieri... 
Si ammazza di lavoro ed è sempre sommerso ti tragedie, disguidi, eventi apocalattici....ma di lavoro nel concreto e serio non parla MAI.
Una volta ha forato la gomma dell'auto ed ha passato la notte in autostrada..
un altra volta scende dal treno e un tizio gli ha fatto la punta fino in albergo...e poi hanno scopato..
un altra volta rimane chiuso una notte dentro il magazzino di un centro commerciale..
un altra volta gli portano via della merce e quindi è costretto a tornare a casa..
ec ec ecc....
In tutto questo delirio ovviamente per Oca il lavoro è solo un passatempo visto che il suo interesse è solo quello di trovar da fare (dicesi: SCOPARE COME UN OSSESSO), in ogni porto/città in cui ha i suoi punti vendita da seguire......
E poi in azienda ci chiediamo il perchè di certi fatturati???! Dopo che sai che ci sono persone che, per fare una vetrina di tre manichini di mettono un giorno intero solo per pettinare tre parrucche.....

N.B. ...e poi il mio amichetto A. mi ha detto che a Roma a ZARA, non lo ha mai sentito nessuno il suo nome....forse che lo si conosca col nome di OCA MORTA????
Quindi riassumendo il post, fate attenzione alle ragazze di fumo o acque chete o oche morte!!!!!!
 
For you

domenica 28 settembre 2014

Colmando la solitudine con la mano...

Sono le 20:21 di una tranquilla, troppo tranquilla domenica di fine settembre....
sono in attesa che GL torni dal lavoro....

Il lavoro! Cazzo non ha mai dato problemi a nessuno dei due grazie al cielo, siamo sempre stati in regola e presso datori di lavoro onesti, ma negli ultimi tempi GL è un pò sotto stress x via di alcuni cambiamenti di orario sulla sua tabella di marcia!!!
Io intanto aspetto e twitto con gli amichetti e pubblico foto in istagram, ma poi la voglia mi prende e i social di dimostrano davvero inutili....

Spezziamo sempre e comunque una lancia a favore di CAM4, che spesso da una mano ad ingannare la noia o a XVIDEO...scoperto grazie ad un consiglio di un amico di twitter!!!


Soli alla luce di una lampada forse davvero cerchiamo anche un finto conforto nella visione di altra gente "disperata di solitudine" come noi?
No cari non è colpa della mia vita sessuale mediocramente scarsa...ti trombatine in settimana se ne fanno anche 4/5, e sentendo altri, addioooo! E' solo che quando sono a casa e libero da tutti i miei ritagli di stoffe, appunti sulle canzoni, trucchi e parrucchi sistemati, non mi resta che lasciarmi andare a lunghe consolazioni con l'aiuto delle mani ed una sigaretta....

apri la connessioni ed inserisci il tuo nick e poi selezioni se uomo, donna, cose, animali o normalmente persone....e ti lasci andare a quello che il tuo io vuole!!!

E voi cosa state combinando porcellini già con il vostro clarinetto fuori dalla custodia????

For you.

mercoledì 27 agosto 2014

La Peccatricie prodiga...il ritorno

Tornate tutte all'ovile o quasi,
noi subrettine di periferia ci rituffiamo nella nostra vita di peccatrici subdole immorali!

Il mio rientro a casa...ooops, sorry, in Villa volevo dire, è stato direi sorprendente! Le piante rimaste, sono ancora vive, Donna Concetta, (la mia dolce gatta o tata di casa) è sempre più carica che mai....e nella buchetta delle lettere, quelle che si facevano una volta con la carta e venivano messe dentro la buca delle lettere, una felice sorpresa!
Ma a voi è meglio che non ve lo racconto....

Tra le invece, nomi noti, molti spam e due interessanti proposte di spettacolo!!!!
Ok potrebbe essere troppo, sia per me, che per il mio lavoro effettivo della mia RL (real-life), ma accetterò con culo apert.....volevo scrivere "animo", ve lo giuro sulla testa bionda di Donatella Versace; quindi accetterò gli ingaggi!!!
Gl è ancora il ferie ma è già stato messo in preallarme Drag, ovvero il periodo storico che intercorre fra la preparazione e lo show se va bene, o tutto il periodo della stagione nel caso! Ha accettato come sempre di buon grado la mia decisione finché un giorno tornerò a casa trovando tutto in giardino.. parrucche comprese!!!
Forse questo periodo mi terrà un po' lontana da voi ma potete sempre trovarmi sui miei "Social" preferiti....

Quando ti trovi seduta, davanti al tuo specchio, che a volte capita, devi pure ripulirti dai rimasugli di trucchi cartacce monnezze varie lasciate da precedenti esibizioni, basta accendere le luci che lo incorniciano e la magia ha inizio.....
mentre mi stendo il fondo sul viso penso sempre a chi sono quella sera, a che personaggio andrò ad assomigliare...."Aaaahh, potessi una volta essere davvero lei.."
Poi apro il stick della colla e copro le sopraccigli e immagino il pubblico seduto in sala, nell'attesa dello spettacolo...
Prendo il correttore e via di copertura massima delle zone da coprire, tutto deve essere come un foglio bianco, solo alcuni punti di riferimento devono rimanere in vista! i miei occhi la bocca, poi continuo con i punti luce e l'arcata delle sopracciglia...."Greta tu sola e divina dammi la forza nella matita di essere simmetriche e non patetiche".
Poi il lavoro continua lento e sfumando ovunque finché le ciglia finte sono posizionate, qualche punto luce con qualche brillantino e la bocca.....mi guardo allo specchio e vedo la mia cara amica Nanà LaNuit!!!!
Non c'è ricordo di chi ero e di cosa sono ora si va in sena...fra poco sarò dietro la tenda del sipario in attesa che lo show abbia inizio. Ma ultima cosa il costume di scena che è sempre una botta per gli occhi ed il cuore di chi viene a vedere, oppure sai una delle tante casalinghe disperate che lavano i piatti in guanti di gomma e filo di perle...il pubblico viene per vedere qualcosa di sfavillante di allegro di diverso, vogliono sognare per quelle due orette e poi tornare alla loro casa portandosi un piacevole mio ricordo nel letto!
Ho giusto appunto trovato uno sampolo di tessuto di paillette bordeaux, che di è trasformato quasi per incanto e grazie alle mani della mitica Ali, il mio segreto aiutante, in un meraviglioso abito a sirena semplice a cui aggiungerò una vistosa collana in diamantoni bianchi e 3 fili di boa di struzzo e uno di piume di gallo cedrone....va te la pesca da dove è saltato fuori, ma insieme fanno un gran volume e insieme danno quel tocco di minimalismo di cui noi drag siamo le benefattrici fra le genti!!!! Sulla parrucca fonata rosso Tiziano, verrà messa una spillona con diamantoni, (gli stessi utilizzati per collana e orecchini) con piume, rose bordeaux e non so, sono indecisa per l'aggiunta anche di una veletta, che da sempre quel tocco di "c'era na volta"....poi vedremo....
Mi guardo allo specchio...."Nanà sei pronta!!!"

Non vi lascio il falso proposito di tornare a scrivere più assiduamente sul blog, perché ho visto che più ve lo scrivo, e meno mantengo la parola, quindi....lascio un po' la porta socchiusa, avendo paura del buoi, e voi mi raccomando, non mi spiate troppo!!!!!

For you.

mercoledì 30 luglio 2014

My B Day!

41....
41 come il numero di scarpe che comperavo anni e anni fa....
41 come le pagine in media che leggo di un libro e poi accantono sul comodino se non mi prende...
41 come le persone che incontro in un giorno che vorrei conoscere davvero...
41 come la febbre che mi dava il termometro rotto, tempo fa...
41 come i gradi che non potrei mai più tollerare...
41 come i kg che dovrei perdere...
41 come i passi che servono per scendere e salire sull'auto...
41 come gli amanti che si vorrebbe avere nella lista segreta...
41 le frasi d'amore scritte e mai dette...
41 sono le ricette che preferisco...
41 come gli anni he compio oggi..................................


Un anno si aggiunge ai 40 già passati e macinati!!! Tante e troppe cose fatte e non fatte, troppe cose sono successe dall'anno 1 fino ad oggi e forse non basterebbero 41 pagine di fogli protocolli per raccoglierle tutte in colonna. I migliori anni alcuni, direbbero, se ne sono già andati...si aggiungerei io, ma altri migliori sono qui che aspettano per essere vissuti...
41 anni e non sentirseli, sempre carico di voglia di fare e non fare, con tante idee con tante voglie...41 anni che mi carico ancora una volta sulle spalle e mi porterò dietro.
Vorrei realizzare grandi cose, ma vedo, che forse non ne sono in grado, molti presupposti ma poi poca concretezza... Forse mi conviene non fare un resoconto dettagliato a 41 anni, forse non serve ne a me ne a voi soprattutto!
Meglio continuare a vivere come ho fatto fino ad ora, scalando ogni tanto la mancia e procedendo sempre con un filo di gas, anche se, qualcuno di voi mi dice che sono "una TOP"!!!

Grazie di esserci stati e di continuare a esserci!!!!

e Buon Mio Compleanno a tutti voi!!!!

For you.